605. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Roma (RM), 15 giugno 1521

Molto Mag.ca Mad.na mia matre honor. [1] Io son sano Dio gracia, e sto con aspettatione che V. S. mi avisi el medesimo di lei, e de la nostra casa tutta. [2] Io sto qui a Bel Vedere, che mi è de refrigerio; piacesse a Dio che V. S. havesse un loco così fatto, di così bella vista, e bel giardino, e tante belle antichaglie, e fontane e peschere, e acque fresche, e vicino al pallazzo, che è il meglio che vi sia. [3] Se Petro Iacomo fosse qui, so pur che li parrebbe q.to altra cosa che il ponte de Marcheria, che per questa strada a basso passano tutti quelli che vengono a Roma da questa banda, e quelli che vanno a sollazzo in prati, che dopo cena, li vanno infiniti homini e donne, facendo pazzie. E così mi spasso.
[3] V. S. fuga più che pò il caldo, e non mangi troppo frutti. A.llei sempre di core mi raco.do, et a tutti li nostri, non replicando le cose che per l'altre mie ho scritte.
In Roma, alli XV di Giugno MDXXJ.
Di V. S.
Ob. Fi.
Bal. Castiglione ||

Alla molto M.ca M.na mia matre hon., M.a Alovisa Gonz.a da Castiglione etc. In Mantua


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 338.