570. Castiglione, Baldassarre a 333

Roma (RM), 11 maggio 1521

Ill.ma et Ex.ma S.ra et Patrona mia. [1] Alla lettera di Vostra Ex. di tre di questo non posso dare resoluta resposta circa la propina che se habbia a dare a N. S.re, per non havere havuto tempo de informarmi minutamente, il che non mancherò di fare, et presto. Ma certo è che per adesso, così subito non è necessario. [2] Alli dì passati, ragionando di questo, con qualche persona praticha, trovai diverse oppenioni: non già che vi fusse alchuno che dicesse fosse male il farlo, ma non necessario. [3] Et io per me inclinavo più a questa parte, perché parmi ch'el Ill.mo S.or marchese debba più presto aspettare gratie et doni dal pp., che dargline: pur me informarò meglio, et darò aviso a vostra ex. per le mie prime di quello che intenderò. [4] Il che non ho potuto fare adesso per havermi bisognato attendere a questa expeditione, con darne quelli raccordi a N. S.re che mi sono parsi opportuni, di modo che la cosa, si è expedita con favore et honore de tutti quelli che gli hanno interesse. [5] Et perché nel mandato de renuntiare, era una clausula che dice: "Mons.re R.mo se riserva de potere transferire una parte, o tutti li frutti in persona de chi parerà a Sua S.ria R.ma", il pp. in questo fece un poco de resistentia in favore del S.or Hercule, dicendo che non li pareva bene, né conveniente quel poterli transferir tutti; pur perché non si poteva alterare, la forma del mandato, lassòlla passare. Questo dico solamente, perché fu demostratione d'amore, verso lo Ill. S.or Hercule. [6] Del resto che occorre in questo negocio, apertinente alla espeditione, come spese de off.li et bolle, io come ingnorante di tal matteria, me ne rimetto a m. Angelo Germanello, el quale credo scriva a bastanza del tutto.
[7] Spero che la espeditione del Capit.to non tarderà molto, et così haveremo quest'altra contentezza contra la oppenione de li increduli.
Altro non mi occorre dire, se non che baso le mani di V. Ex., et in buona gratia sua humilmente mi raccomando.
In Roma, alli XJ di maggio MDXXJ.
Di V. Ex.tia
Humil e Fidel Servitore
Baldesar Castiglione ||

Alla Ill.ma et Ex.ma S.ra et patrona mia, la S.ra marchesana di Mantua


Missiva non autografa. Mantova (MN), Archivio di Stato, Archivio Gonzaga, busta 865, c. 125.