564. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga, Federico

Roma (RM), 8 maggio 1521

Ill.mo et Ex.mo S.re et Patron mio. [1] Io non ho havuto resposta da vostra ex.tia delle mie di XXIIIJ né d'alcuna delle altre ch'io ho scritte, dalli XXIIIJ in qua, per il che sto con qualche fastidio, perché non vorrei che quelle fossero andate in sinistro.
[2] N.ro S.re come per un'altra mia ho scritto a Vostra Ex. venne dominica proxima passata in Roma. Heri che fu martedì, diede audientia a questi cap.nei svizeri, et li fece tante carezze che più non se può dire, di modo che essi restano molto satisfatti, et dicono volere mettere la vita tutti in servitio di Sua S.tità. [3] N.ro S.re doppoi l'haver datto audientia a questi svizeri, si sentì hieri un poco di male, che fu una discesa di cattarro che lo ha tutto indolentato, di modo che non si potea movere; pur se gli fecero alcuni remedij, et pare che questa notte sia stato assai bene, et penso che hoggi venirà a vespro in capella. [4] Et se questa indispositione non lo fa differire el concistorio spero che presto expediremo il vescovato, del modo che per le altre mie ho scritto a vostra ex. [5] Aspetto bene con desiderio de intendere da quella la risposta, de quanto gli ho scritto. De ciò che succederà de giorno in giorno, ne darò aviso a Vostra Ex.
[6] Io non sono per ancor andato a visitare lo amb.re de Angliterra, perché ancor non ha trovato stantia che lo contenti, et mi ha fatto pregare ch'io non vi vada fin che esso, non è in più honorevole stantia.
[7] Cosa nova alcuna de importantia non se intende. Li nostri svizeri credo, se ne torneranno per la via che sono venuti, ma però haveranno, secondo me un'altra paga, senza quella del partirse. [8] Vostra Ex. se degnerà de raccordarsi quando serà el tempo, de ordinare, quello ch'ella vorrà ch'el si faccia di questo barbaro, che è qui, nelli luochi de san Paulo. Insino a qui el sta bene.
Et altro non mi occorre che dire a vostra ex., se non che li baso le mani et in buona gratia sua humilmente mi racco.do.
In Roma, allj VIIJ di maggio MDXXI.
Di V. Ex.tia
Fidel Servitor
Baldesar Castiglione ||

Allo Ill.mo et Ex.mo S.or et patron mio, il S.or Marchese de Mantua


Missiva non autografa. Mantova (MN), Archivio di Stato, Archivio Gonzaga, busta 865, cc. 121-123.