520. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga, Federico

Roma (RM), 14 marzo 1521

Ill.mo et Ex.mo S.or et patron mio. [1] Ancor ch'io scrivessi hieri a v. ex. per le poste ordinarie quello che mi occorreva, venendo hora Gaspare da Feltro, ho pur voluto scrivere ancor per lui, aciò che vostra ex. non se maravigliasse, del suo venire senza mie lettere. [2] A lui è parso la stantia sua qui superflua, essendoli el Barbero, et io ancor l'ho confortato a venire. Altra cosa nova da heri in qua non è successa, excetto che mostrando io questa mattina a N. S.ore gli avisi delli svizeri, che vostra ex. mi manda con la sua d'otto del presente, S. S.tità mostrò haverli car.mi afirmandomi ancor, che erano più freschi che quelli de l'huomo suo. [3] Et in questo proposito, mi replicò pur quello che già tante volte ha replicato, dicendomi ch'io non scrivessi altramente a vostra ex., perché voleva che le prime lettere ch'io scriveva, fossero con la expeditione. Io non restarò per questo de scrivere d'hora in hora, et de punto in punto.
[4] La venuta di svizeri se estima in ogni modo; pur tutti quelli che hanno qualche iuditio, restano confusi, perché né per la impresa di Ferrara, né del Reame pare che sia possibile che venghino. Estimasi da molti, che il PP. voglia che Ancona e Norsa, e qualch'altra terra, desubediente de la chiesia, li paghino. [5] Pur sia come si vole, io dubito che in questo negotio de svizeri, la perdita del pp. sarà molto magiore che il guadagno, perché, come io ho detto, non è homo che vegga, ove la cosa possi reuscire in bene. Se più avanti intenderò v. ex. ne sarà sempre avisata.
[6] Il Marchese di Pescara, come io scrissi a vostra ex., è qui, et ha datto al PP. una polliza di banco, de quelli denari che hanno havuti questi spagnoli, che saranno restituiti a S. S.tità ma con un poco di tempo. Al pp. pare che gli siano stati donati.
Altro non scrivo a vostra ex., se non che basandoli le mani, humilmente in buona gratia mi rac.do.
In Roma, alli XIIIJ di marzo 1521.
Di V. Ill.ma S.
Devoto e fidel Servitor
Bald. Castiglione ||

Allo Ill.mo et Ex.mo S.ore et Patron mio, il S.or Marchese di Mantua etc.


Missiva non autografa. Mantova (MN), Archivio di Stato, Archivio Gonzaga, busta 865, cc. 73-74.