510. Castiglione, Baldassarre a D'Este Gonzaga, Isabella

Roma (RM), 27 febbraio 1521

Ill.ma et Ex.ma S.ora et Patrona mia. [1] Subito havuta la lettera di vostra ex. de XIX del presente circa la collatione di quel beneficio che fu di M. Franc.o Zerbinato, parlai con M. Angelo Germanello, el quale mi ha referto haver fatto sopra ci˛ alcune provisioni, et che, se sarÓ bisogno d'alcun'altra cosa, me ricercherÓ. [2] Io S.ora mia Ill.ma in questo et in ogni altra cosa, me reputar˛ per summa gratia havere occasione de poter servire vostra ex., alla quale non mi occorre dir altro, havendo scritto assai difusamente allo Ill.mo S.or marchese.
Basoli humilm.te le mani et in buona gratia devoto mi racc.do. In Roma, alli XXVIJ di febr. 1521.
De V. Ex.tia
Humil Servitore
Baldesar Castiglione ||

A la Ill.ma et Ex.ma S.ora et Patrona mia, la S.ora marchesana de Mantua etc.


Missiva non autografa. Mantova (MN), Archivio di Stato, Archivio Gonzaga, busta 865, c. 55.