485. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga, Federico

Roma (RM), 12 gennaio 1521

Ill.mo et Ex.mo S.r e Patron mio. [1] L'ultima volta che ho parlato al PP. S. S.tità mi disse che prestissimo mi expediria. Et a me non è parso per questi tre dì importunarla altramente ma havevo dato ordine che M. Pietro Ardinghello hoggi li parlasse, et li mostrasse una mia polliza, come da sé, la quale è scritta assai a proposito, et son certo che l'abbia fatto. [2] Ma io per molto che l'habbia cercato questa sera non ho saputo ritrovarlo, et però non ho potuto haver la relatione di questa cosa. Per hora, et essendo già notte, non ho voluto per questo lassare di scrivere, sapendo che si spaccia, benché me incresca non haver cosa de importantia che scriver a Vostra Ex.a, ma per le prime mie sforzaròmmi che vi sia qualche cosa.
[3] De novo anchor non vi è che dire, excetto che de quelli fanti spagnoli, ch'io scrissi per l'altre mie a Vostra Ex.a che pur pare che se accostino verso il Tronte. Nostro S. sta pur in animo de non li dar denari.
[4] Il Conte di Cayazzo molte volte m'ha pregato che lo raccomandi a V. Ex.a.
[5] M.a Lucretia Marchesa di Massa è gionta in questa terra, et vi ha condotto sua figliola, moglie del S.re Lorenzo Cibo: per anchor non sono state al pp. Credesi che S. S.tità, gli farà carezze assai.
[6] Posdimani Strassino se metterà in via per venire a Vostra Ex.a. Holli fatto haver licentia dal PP. et provistoli de cavalli, et ciò che bisognava.
Et a quella basando le mani in buona gratia mi racc.do.
Di Roma, alli XII di Genaro MDXXI.
De V. Ex.
Fidel Servitor
B. Castiglione

P. S. M. Pietro scrive la qui alligata a V. Ex.tia et io ancor li mando la polliza che il prefato M. P. mi ha mandata, acciocché V. Ex.a vegga il tucto, alla quale io basando le mani in bona gratia mi racc.o.
Di V. Ex.a
El medesimo Servitor


Allo Ill.o et Ex.mo S.r et Patron mio, il S.r March. di Mantova


?copia manoscritta?. Mantova (MN), Biblioteca Teresiana, Fondo Negri, ?Inserto Slegato?, s.n., cc. 8-9 ?[ma dare il testo presente in copialettere AC, busta 23, ms. B, c. 39]?.