471. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Roma (RM), 19 dicembre 1520

Mag.ca Madonna mia matre honor. [1] Io ho da re‹spon›dere a due di V. S. una de X l'altra de XIJ del presente. Alla prima non m'‹occorr›e che dire, se non che io non stimolo V. S., perché so che lei non manca del p‹ossibile› ??[…] ?? ‹per›ché uno delli maggiori desiderij ch'io habbia al mondo, si è di paghare questi ‹nostr›i debiti. E quando harò questa gratia, me ne tenerò ben contento.
[2] Desidero sapere se M. Alphonso Ariosto ha mai mandato el mio Corteggiano. A quella de XIJ ‹an›cor non occorre altro. Io so‹n›o Dio gratia sano, e s'io potrò havere quelli 50 du‹cati› li harò molto chari; pur vorrei che M. Alessio andasse inanti. [3] V. S. se sfo‹rci d›i star sana, e mantenergli ancor gli nostri puttini, et a.llei mi raco.do, insieme con tutti li nostri.
In Roma, alli XVIIIJ de X.bre MDXX.
De V. S.
Ob. Fi.
B. Castiglione ||

Alla mag.ca M.ma mia matre hon. M.a Aluysa Castigliona etc. In Mantua


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 292.