410. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Genova (GE), 27 maggio 1520

Mag.ca M.a mia Matre honor. [1] Io ho scritto parecchie volte a V. S.; pur occorrendomi messo, scrivo anchor queste poche parole, acci‹ò› che la sappia ch'io sto sano (Dio gratia) con intentione de partirme (come ne l'altra mia gli ho scritto) el dì dopo le feste di pasqua. [2] Né replicharò cosa alchuna, se non che V. S. faccia sollicitare li nostri fittadri, acciò che si possa satisfare a chi si deve, e max.e ad Ugolotto, e Roma et il resto; che anchor ch'io stia qui, ne sto con l'animo continuamente sospeso.
Altro non dirò, se non che a V. S. continuo mi raco.do, e baso li nostri puttini. In Genoa, alli XXVIJ de maggio MDXX.

?Se occorresse ch'el vescovo mandasse quello quadro, V. S. si racordi farne quello che per l'altre mie gli ho scritto: e medemamente del mio Corteggiano.?

||

Alla molto M.ca mia matre honoran. M.a Aluysa Castigliona etc. In Mantua


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 278.