359. Castiglione, Baldassarre a D'Este Gonzaga, Isabella

Roma (RM), 24 luglio 1519

Ill.ma et Ex.ma S.ra et patrona mia. [1] Hoggi ho recevuto due lettere di Vostra Ex.tia di XXI dil presente, le quali subito havute, sono ito a' piedi di N. S., insieme con l'huomo di Mons.re R.mo di Mantua, et exposto a S. S.tità tutto quello che Vostra Ex. mi commanda circa le cose di M. Ptol.o. [2] Il Papa è restato satisfactissimo, e raggionato per buon spatio molto amorevolmente della Ex.tia vostra, et dello Ill.mo S.r Marchese. Credo bene che seria al proposito, scoprendosi qualch'altra cosa di M. Ptolemeo, se ne desse aviso a S. S.tità, che pur mi ha commandato ch'io racomandi M. Alex.ro a Vostra Ex., come anchor ho scritto allo Ill.mo S.r Marchese.
Altro non mi occorre di scrivere per hora, se non che baso le mani di V. Ex., et in bona gratia sua mi racomando.
Di Roma, alli XXIIIJ di luglio MDXIX.
Al R.mo Car.le Egidio ho mandate le lettere di V. Ex. a Viterbo, dove S. S.ria R.ma se ritrova. A M. Mario scrivirò per il p.o.
Di V. Ex.
Devoto Ser.tore
Baldesar Castiglione
||

Alla Ill.ma et Ex.ma S.ra e Patrona mia la S.ra Marchesana di Mantua etc.


Missiva non autografa. Mantova (MN), Archivio di Stato, Archivio Gonzaga, busta 864, c. 63.