335. Castiglione, Baldassarre a Della Rovere, Francesco Maria

Roma (RM), 17 giugno 1519

Ill.mo et Ex.mo S.re e patron mio. [1] Havendo scritto le qui alligate, ho procurato havere da M. Giovanmat.o la lettera scrittali dal R.mo Medici circa il caso de Vostra Ex.tia. E cosý ne ho tolto copia e mÓndoglila, aci˛ che la veda el modo che in questo tiene S. S.ria R.ma, che non mi dÓ poca speranza.
[2] Ho anchor trovato occasione de fare che S. S.ria R.ma scriva altre lettere in questa conformitÓ; non cessar˛ de fare tutto quello che mi serÓ poss.le. Supplico bene V. Ex.tia a respondermi presto, e maximamente circa la parte [de li denari].
A quella baso le mani, et in buona gratia sua humilmente mi racomando.
In Roma, alli XVIJ de Giugno MDXIX.
De V. Ex.tia
fidel Servitore
Baldesar Castiglione
||

Allo Ill.mo et Ex.mo S.re et Patrone mio, el S.re Duca di Urbino etc.


Missiva non autografa. Firenze (FI), Archivio di Stato, Fondo Acquisizioni e Doni, cc. 151-152.