315. Castiglione, Baldassarre a Tirabosco, Cristoforo

Mantova (MN), ottobre ?1518

Cristophoro. [1] Ho recev‹uto› ?[verif.origin.][…] ?‹non› acascha dire altro, perché dimane ‹vi›rò e […] provedere per la cena.
[2] E se el frate B‹ec›caro […] Mantua, fateli intendere, c‹h'io harei a› caro […] sette o otto sogli d'uva ben m‹atu›ra […] tutti grapelli. [3] Pur del tutto satisfa […] . Fat‹e› intendere a m.ro Iacomo sa‹rto ch'io vo›glio ogni modo que‹l› carr‹o› de vernaccia da Solfarin‹o› […] . Vorrei […] .
[4] Dite a m. Io. M‹aria› Gallo ‹ch'i›o non gli scrivo altrim‹enti›, perché seremo domane lì ‹a› mang‹iare›, se piace a Dio, e rengra‹tiate›lo de gli avisi.
Conso[…] la le […] nel […] .
Alli XIIJ de […] 1518.
Bald. Casti‹lione›

Missiva non autografa. Mantova (MN), Archivio Privato Castiglioni, Manoscritti e Pergamene, Serie II, busta 218, fasc. I, c. 11.