308. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga, Federico

Sermide (??), 6 ottobre 1517

Ill.mo S.r mio. [1] Per obedire V. S. de quanto la mi commise, gli notifico come el S.r D.ca in questo punto, che sono XXIJ hore, è gionto qui a Sèrmedo. Dimattina per tempo virà a Revero a disnare: dipoi se ne virà alla volta di Mantua.
[2] S. Ex.tia sta molto bene, e molto si raco.da a V. S. e sommamente desidera di vederla.
Altro non mi occorre dire se non che li baso le mani, et in bona gratia sua mi raco.do.
In Sermedo, alli VJ de VIIJ.bre MDXVIJ.
De V. S.
deditissi.o Servitor
Baldesar Castiglione
||

‹Allo Ill.›mo S.r mio el S.r Federico ‹da Gon›zaga, Primo Genito march.


Missiva autografa. Mantova (MN), Archivio di Stato, Archivio Gonzaga, busta 2496, c. 712.