293. Castiglione, Baldassarre a Tirabosco, Cristoforo

Gubbio (PG), 19 ottobre 1514

Christophoro. [1] Da Agnellino io ho inteso che voi seti ritornato da Phano et Nuvillara, et che fate pensiero di venirvene qui Domenica prox.a. Mi piace, ma habbiate avertenza, che per esser la cavalla et la mula un poco stallìe, voglio veniate in dui dì, et portareti con voi degli salami et la cortelliera. [2] Oltre di questo, per fare acconciare la sella della cavalla et gli fornimenti della mula, vi remettereti alla descretione degli sellari, ciò è gli fareti acconciare come a.lloro parerà meglio.
[3] Quando ancho vi partisti de lì a tal hora che vi paresse poter venir qui in un dì, senza astraccare le cavalcature, io mi contenterei che lo facesti: ma vederete di farle riposare un poco a Caglio. Bene valete.
Eugubij, XVIIIJ Oct.s MDXIIIJ.
Baldasar Castiglione

Al Christophoro Tirabosco Servitore di M. Baldasar Castiglione. Urbino


Missiva non autografa. Mantova (MN), Archivio Privato Castiglioni, Manoscritti e Pergamene, Serie I, II 3 c, [c.?] .