284. Castiglione, Baldassarre a Tirabosco, Cristoforo

Roma (RM), 20 luglio 1514

Christoforo. [1] Ho recevuto la vostra. Creddo che anchor voi n'hareti ricevuto un'altra mia da Sebastiano Ciurello.
[2] Circa la cosa de li condenati da Novillara, io vorei ch'el se gli procedesse contra con tutti li modi; ma per non esser io lý presente, non gli posso pigliar altro partito. Ho scritto a M. Alex.o da Rezzo: son certo che lui non mancherÓ. Vedeti tutti li modi con Pier Matheo Giordani che si possono, e non li manchati.
[3] Per el p.o che viene mandar˛vi certe lettere che andaranno a Castello, per cunto de la mia colana: vor˛ che Bindo vaddi fin lÓ, e non mi dispiace anchor de designare quello credito de Nuvillara a tal effetto. E quando haveti messo, scriveti a M.a mia Matre, che ce mandi denari.
In Roma, a dý XX de Giulio MDXIIIJ.
||

A‹l mio› Char.mo Christoforo Tiraboscho, ‹Mast.›o di casa de M. Baldesar ‹Cas›tilione


Missiva autografa. Mantova (MN), Archivio Privato Castiglioni, Manoscritti e Pergamene, Serie I, II 3 c, c. 13.