281. Castiglione, Baldassarre a Tirabosco, Cristoforo

Roma (RM), 24 giugno 1514

Christ.ro. [1] Ho ricevuto a questi dì diverse lettere vostre, le quali tutte quasi replicano il medemo et sono d'una medema continenza; e parmi per quanto comprendo che vui non habbiati recepute lettere mie de molte che v'ho scritto, havendo io sempre particularmente resposto alle vostre, e vui non rispondendo a partita alchuna de le mie. [2] Ultimamente vi scrissi ancho per l'ult.a staffetta, et ancho scrissi al Capit.o de Nubilara, e a Pier Matt.o Giordani; le cui lettere se non sono acapitate a salvamento procurarete con quelli cancellieri di recuperarle.
[3] Scrissivi ancho per un mulatero, che mi devesti mandare la mia camisa di taffetà; non so se ancho questa è venuta a luce. Quando non, per il primo che vi accade mandareti in ogni modo dicta camisa. [4] Hovvi anchora scritto che mi devesti avisare se m.ro Habram haveva havuta una caten‹a› ch'io li mandai: né per anchora ne ho inteso alchuna cosa.
Avisatimine per lo primo, et dareti recapito alle qui alligate. In Roma, a dì 24 de Giugno 1514.
Bald.ra da Castellione
||

A‹l mio c›har.mo Christophoro Tirabosco in casa ‹de› m. Bal.ra da Castellione. In Urbino


Missiva non autografa. Mantova (MN), Archivio Privato Castiglioni, Manoscritti e Pergamene, Serie I, II 3 c, c. 10.