92. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Urbino (PU), 24 aprile 1507

Mag.ca generosa Domina et Mater honor. [1] Perché questo messo del S.r M. Hercule non è partito cussì presto come io speravo, ho vogliuto hora di novo scrivere queste poche parole a la M.V., per darli aviso come per Dio gratia sono sano.
[2] Circa la facenda quale ha da fare questo messo, non accadde altro, se non che replicar a V. M. che voglia far andar la cosa secret.ma, e perché costui porta littere de madamma mia, potràssi dire ch'el è un messo de Sua Ex.tia. [3] El medemo potràssi scrivere al fattore, el quale, mostrato che li haverà el loco, li facia anchor intendere de quanta utilità seria el condurvi una acqua, la quale se gli potrà condurre, senza molta spesa; de la quantità de le biolche anchora potrà dire. [4] El tutto sia secreto, perché non vorei che tra li altri Carlo lo sapesse. E li mostri li boschi tutti. Harei ben a caro che la sorte volesse che la M.V. se ritrovasse fora, che non gli essendo lei, dubito che la casa non para una cosa deserta.
[5] A questi dì Chiapin da Redoldescho, el quale già fu mio ragazzo, è capitato qui, et essendossi aconzo cum uno de' nostri cortigiani, quando è stato vestito, se n'è fugito, e portato via una capa, e certi denari; io mi credo ch'el sia venuto a casa. [6] Vorei che la M.V. facesse intendere se l'è venuto, e far intendere a suo patre, o a lui, che s'el non satisfa de quanto l'à tolto, che è circa sette duccati d'oro, tra la roba e li denari, ch'io ge li farò costar molto cari. [7] Oltra di questo, se la M.V. potesse per via alcuna trovare qualche denari, me faria un servitio incredibile, perch'el Sig.r Car.le di Ferrara mi fa sollicitare, et la M.V. sa quanto io lo ho a core: e de qui è faticha a cavar denari, se non cum gran pena, che bisognano venire da Roma cum grand.ma difficultà.
Altro non scriverò a la M.V., se non che a quella sempre mi racomando.
Urbini, XXIIIJo Aprilis MDVIJ.
De V. M.
Obed. Filiolo
Ba. Castilione ||

Mag.ce ac generosae dominae Aluisiae de Castiliono, Matri sue honor. Mantuae aut Casatici


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 84.