86. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Urbino (PU), marzo 1507

Mag.ca ac generosa Domina et Mater honor. [1] Non ho vogliuto lassar venire questo messo senza mie lettere a la M.V., avenga ch'io non possi scrivere tropo difusamente, perché questo messo se parte insperatamente, et io son stato dui dì fora. Manderò presto Alex.o in là, e scriverò diffusamente a V. M. de molte cose.
[2] Li cavalli, e muli per Dio gratia son gionti sani e salvi qui ad Urbino: el sparavero dal mio letto, et un par de lenzoli per desmentichanza sono restati in là, et anchor un par de fodarete da cussini. Se la M.V. potesse mandarmele, p.a che venisse quel mulo, lo harei molto caro. N‹ui› siamo Dio gratia tutti sani.
A V. M. continue mi racomando.
Urbini, Martij MDVIJ.
De V. M.
Ob. Fi.
Bal. Cast. K. ||

Mag.ce ac generose Dominae Aluisiae de Castiliono, Matri suae honor.


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 76.