84. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Forlì (FC), 25 febbraio 1507

Mag.ca ac generosa Domina et Mater honor. [1] Nui siamo gionti qui a Forlì sani e salvi: accadendo questo messo, ho vogliuto scrivere queste poche parole a V. M.
[2] Oltra de questo: se Francescho non è partito per andare a Milano, vorei che la M.V. facesse che oltra quelli dui cani ch'io li ho scritto ch'el conduca a Monsig.r de Sanseverino, ch'el conduca anchor quell'altro che era de m. Francescho, che se dimanda Oinchphil: che M. Francescho me lo ha donato.
[3] E questo voglio che per parte mia lo doni al S.r Antonio Maria da Sanseverino. E s'el fosse partito, harei molto a caro che la M.V. ge lo mandasse drieto, aciò ch'el potesse far questo effetto. E poi più presto che serà possibile, Francescho venga cum muli, cavalli, e cani, e tutta questa turba magna.
A la M.V. sempre mi racomando.
XXV Februarij M.VIJ.
De V. M.
Obediente Filiolo
Bal. Castilione ||

Mag.ce ac generose Dominae Aluisie de Castiliono, Matri sue honor. Mantuae


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 75.