80. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Londra (Regno Unito), 6 novembre 1506

Mag.ca ac generosa Domina et Mater honor. [1] So che la M.V. desidera sapere de mì: però quando posso, non mancho de scrivergli.
[2] Cussì li facio intendere come el p.o de novembre io gionsi qui in Londra, ch'è el capo de Inghilterra, sano e salvo per Dio gratia, acompagnato honoratissimamente. E qui restato dui giorni, chiamato, andai a la Sacra M.tà del re, che me ha fatto grand.mo honore, e careze, et ogni zorno fa più: sì che io spero satisfar bene a la Ex.tia del S.r mio, et anchor a Sua M.tà, e tornarmene sano in Italia. E cussì piacia a Dio.
[3] Qui se ritrova un ambasciatore de la M.tà del re di Franza, quale me ha dato una lettera de la M.V. a me grat.ma, avegna che la sia vechia: che l'è resposta de la mia da Milano, che portò Scaramela.
Altra resposta non gli accade, se non che io sto benissimo, per Dio gratia: cosa che so che la M.V. desidera sapere, medemamente come io di lei, a la quale continue mi racomando.
Londini, 6 Novembris MDVJ.
A tutti li nostri non serà grave a V. M. racomandarmi.
De V. M.
Obedientissimo Figliolo
B. C. ||

Mag.ce ac generose dominae Aluisiae de Castiliono, Matri suae honor. Mantuae


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 71.