64. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Ferrara (FE), 5 gennaio 1506

Mag.ca ac generosa Domina et Mater honor. [1] Ho recevuto la lettera de la M.V. da Carlo da Villa Nova, hozi, che è luni. Passato dimane, che è il dì drieto pasqua, ogni modo io me aviarò verso el paese di là: la Ex.tia del S.r Duca mio e la S.ra mia me revocano. [2] Bench'el S.r mi scrive che, per aviso che lui havesse da Mantua, non deliberava per niente de revocarmi, anci deliberava vedere ciò che n'havesse da essere; pur vedendo lo aviso mio, per havermi tropo caro, non mi ha voluto exponere a periculo alcuno. Cussì io tornerò dove, s'el resto mi mancha, almen son ben visto.
[3] Prego la M.V. che voglia col Brognolino expedir quella cosa, o ver per altra via, ch'io la ho molto a core. De Hieronimo, ogni modo el ge bisogna una mula: io mi afaticharò per vedere che n'habiamo qualchuna da le bande di qua.
[4] El confessionale mando a la M.V. per Francescho, el quale mi ha pregato che lo lascia venire, per esser morta sua matre; et anchor quella li darà fede ad altre cose che lui li dirà, max.e circa a un M. Nicolò Phrisia, el quale intendo che è lì, et io molto desidero che la M.V. lo acarezasse, perché gli ho grand.ma obligatione, in spetie ne la infirmità mia di Roma. Non li dati però de la Mag.cia, ma proferte, e ciò che si pò, che certo el mi ama molto. Al ritornar di Francescho, vorei ch'el menassa quello poletro Magno, ch'io li farò atender bene.
[5] Mad. Ludovica sta ut sup.a: pur dice che gli dole lassar suoi fiocce. Non so che mi dire. M. Amato seria contento che la venisse: lei non se risolve. La M.V. per littere facia quello che li pare. Mad. Barbara Torella, o ver Bentivoglia, e Mad. Orsina sua sorella, se racomandano a la M.V., ‹e› Mad. Simona Strozza.
[6] Io ho hauto quelli diece duccati da M. Timotheo, et holi ditto che la M.V. ge li darà. Altro non ho, se non che a quella sempre mi racomando. Harei molto caro che la M.V. procurasse d'havere un par de boni livreri e belli, de veronese, o ver da Vicentia, e mandarmeli per Francescho.
A quella mi racomando sempre.
V Ianuarij MDVJ.
De V. M.
Ob. Fi.
Bal. Ca. K. ||

Mag.ce ac generose Dominae Aluisie de Castiliono, Matri honor. Mantuae


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 59.