56. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Roma (RM), 6 giugno 1505

Mag.ca ac generosa Domina et Mater honor. [1] A questi dì ho haute due lettere de la M.V., tutte due per la via de Urbino: de l'una è stato portatore Evangelista, de l'altra non so chi. Pur la M.V. se pigliarà questa sola mia per risposta de tutte due, ne la quale altro non gli farò intendere, se non che tutti per la Dio gratia siamo sani.
[2] Io hebi a questi dì un poco di paura de amalarmi: che cussì a l'improviso mi vienne un dì una gran febre, la causa de la quale io non sepi mai imaginare: pur gli feci le debite provisioni, in modo che non passò più avanti, e fu solo una ephimera. Altro de novo non havimo.
[3] El despiacevolissimo caso de la morte del Card.le Ascanio, cussì universalmente da tutta Roma è stato pianto, da picoli e grandi e mediocri, quanto se a ciaschuno fosse stato patre: e veramente questa morte molto è stata for di proposito, per tutta Italia. Dio gli dia pace.
[4] Li oratori del Re del Portugallo sono venuti a dare la obedientia al papa, molto ben in ordine, e galanti, et hanno portato a questi Sig.ri Cardinali molti presenti, maxime de animali non più visti in Italia: papag‹alli›, gatti mamoni, lepore, simie de diverse specie de quelli che noi siamo usi de vedere, e molte altre cose del paese suo. Nui far‹i›mo la mostra al tempo terminato: poi partirimo de Roma, et io spero venirò in quelle bande, per el viaggio mio. Qui niente altro havemo.
[5] Quelli bracchi e sparavieri che mi scrive la M.V. esser aparechiati, io, prima che venga a Mantua, manderò uno mio fin là a pigliarli. Pur se fra questo tempo accadesse occasione per qualche via secura de mandarne qualchuno, molto mi piaceria: come seria per el Brognolo, el quale tutti nui molto devotamente aspett‹i›am‹o›, e maxime io, per quelli denari, che non havendogli hauti da altri fin qui, spero pur che esso gli deba portare. [6] Altro non ho: io aspetto cum desiderio sapere che la M.V. e tutti gli altri nostri siati sani e di bona voglia.
A quella continue mi racomando sempre: el simile M. Cesare nostro.
Rome, VJ Iunij MDV.
De V. M.
Obe. Fig.
Baldes. Castil. K.

Ringratio M.a Alda de le racomendationi. La Mag.cia V. se degni far el medemo per me verso lei.

||

Mag.cae ac generose Dominae Aluisiae de Castiliono, Matri sue honor. Mantuae


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 47.