54. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Roma (RM), 23 aprile 1505

Mag.ca ac generosa Domina et Mater honor. [1] Da M. Alexandro Cataneo ho hauta una littera de la M.V. de XI d'aprile. Credo che a quest'hora l'habia haute alcune altre mie, per le quale io la aviso, pregandola che la mi volesse mandare quelli trenta duccati, perché io me li havevo fatti prestare qui in Roma. Però di questo non ne parlerò più.
[2] Me piace assai de li nostri che stanno bene, e me despiace de quelli che non stanno cussì. Nui per Dio gratia siamo sani tutti. De la cosa de Hieronimo, io credo ch'el non sia stato bisogno fin qui farne altra praticha cum Monsig.re. Come io vega ch'el se aproximi el tempo, e la praticha se astringa de far cardinali, io scriverò a Monsig.re, e farò ch'el S.r Ducca gli scriverà anchor lui.
[3] De l'andata mia che sia nota lì, io non me ne curo più: la causa de la dillatione si è stata, perché la S.tà del Nostro S.re vole ch'el dì de sam Pietro el S.r Ducca facia la mostra de le genti d'arme qui in Roma; cussì è parso a Sua Ex.tia tenermi fin a quel tempo, a ciò che io anchor per quel dì lo serva. [4] De la cavalleria mia el dì de pasqua, non è niente. Vero che per andar io a questo viaggio, per le cose che ho da operare là, bisogna ch'io sia cavalliero. [5] Per questo, s'io partivo al tempo terminato, credo ch'el papa mi facea cavalliero el dì de pasqua: pur se aspetterà fin al tempo ch'io parto. Altro non scriverò a la M.V., perché certi pazzi mi vengono ad interrompere. Prego la M.V. che mi avisi qualche cosa de casa: ciò che fa Carlo, se aspettiamo quest'anno bon racolto.
A la M.V. mi racomando.
Rome, XXIIJ Aprilis MDV.
Di V.
Ob. Figl.
Bal Castili. ||

Mag.ce ac generose Domine Aluisie de Castigliono, Matri sue honor. Mantue


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 45.