39. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Roma (RM), 4 febbraio 1505

Mag.ca ac generosa Domina et Mater honor. [1] Havendo questo messo, el quale credo venirà presto, mi ‹è› parso scrivere queste poche parole a la M.V. per satisfatione sua, e fargli intendere come tutti siamo sani. Io sto in molta expettatione ch'el conte Lu. da Canossa agionga, per havere noticia de le cose di là e lettere de la M.V. [2] Io scrissi ben l'altro dì, che la volesse star avertita, s'el se amalava niun prete beneficiato, che la me ne volesse subito avisare, e la sorte non ha vogliuto ch'io habia inteso de questo M. Bonacorso a tempo: che quelli beneficij erano indubitatamente nostri, ch'era assai bon salto. [3] Dal Mag.co M. Zo. Pedro V. M. intenderà come la cosa è passata: che se anchor fossero pervenuti in mano de M. Aug.tino nostro, mi pareria che fosser nostri. Queste venture non achascano ogni dì, e quando nui non serimo qui, non harimo questa comodità: che veramente adesso non è cussì difficil cosa che nui non ottenissimo, perch'el favore che fa el Nostro S.re a la Ex.tia del S.r Duca, è grand.mo, et a nui non mancha el favore del S.r Duca, e de quanti cardinali e prelati sono in questa corte. Sì che me ne voria pur valere, se possibel fosse.
[4] S'el accaderà adoncha qualche altra cosa, ciò è che qualche prete se amali greve, V. M. non tardi a spazzarmi subito una staphetta, che vegna in diligentia, che non voglio se non saperlo a bon' hora. E se la spesa de la sta‹p›hetta paresse tropa, V. M. facia ch'el Mag.co M. Zo. Pedro conferischa per la mità, che impetraremo li beneficij anchor per mità. [5] Questo M. Bonacorso haria hauto molto ben a satisfare a tutti dui: e quel soldo che megliora el duccato, si è molto ben speso. Monsig.r de S. Marco è gionto qui, ma non li ho anchor parlato. Non serò più longo in scrivere a la M.V.
A quella sempre mi racomando, et a tutti li altri nostri.
Romae, 4 Februarij MDV.
De V. M.
Obe. Filiolo
Bal. Kastiglione K. ||

Mag.ce ac generose dominae Aluisiae de Castigliono, Matri sue honor. Mantuae


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 29.