258. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Fossombrone (PU), 15 novembre 1512

Mag.ca ac Generosa Domina et Mater honor. [1] Havendo scritto pocho fa alla M.V. per Hieronimo ragazzo, serò breve in q.ta, solo per non lassar venir Albertino senza mie lettere, e per farli sapere come Dio gratia io sono sano, che è quello che più se ha da desiderare. [2] Del resto lui è informato assai, e potrà farne relatione a bocha. Solo racordo alla M.V. la partita de quelli denari ch'io ne la lettera portata per Hieronimo li scrivo.
[3] Nove di qua non havemo. Per anchora el S.r D.ca non ha hauto la investitura de Pesaro da Nostro S.re; pensamo pur doverla havere presto. Noi siamo qui a Fossombrone, né potemo sapere quello che habbia ad esser di noi, fin che el papa non se resolve de esser d'acordo, o inimico con Gurgensis. Altro non mi occorre, se non alla M.V. sempre racomandarmi, et a tutti li nostri.
In Fossombrone, a dì XV de IX.bre MDXIJ.
De V. M.
Ob. Fi.
B. C. ||

‹M›ag.ce ac Generose Domine Aluisie de Castigliono matri sue honorande. Mantue


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 266.