241. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Urbino (PU), 4 aprile 1512

Mag.ca ac Generosa Domina et Mater honor. [1] Creddo che la M.V. habbia inteso a questi dì ch'io ero absente da Urbino, il che è stato per alchune mie occurrentie che seria lungo a scrivere. Hora mi trovo qui in Fiorence (Dio gratia) sano. Fra dui dì spero esser ad Urbino.
[2] Ho vogliuto darne aviso a V. M., e pregarla che la voglia farmi haver qualche danari, perché io me ne trovo senza. La via de mandarmeli, seria: farli venire fino a Bologna, in man de M. Camillo Palleotto, e scriverli che lui li facessi rimettere a Firenze in man de Carlo Ginori e compagni, che li rimetta a M. Giohan Vespucci. Questo si è lo ordine.
Altro per hor non mi occorre, se non racomandarmi a V. M. quanto più posso, e pregarla di quanto ho scritto di sopra. L'ordine ha da dire: «In mano de Giohan de M. Guidantonio de' Vespucci».
In Firence, a dì 4 de Aprile MDXIJ.
De V. M.
O. F.
C. B. ||

Mag.ce ac Generosae Dominae Aluisiae de Castiliono, Matri hono. Mantuae


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 243.