214. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Finale Emilia (MO), 23 marzo 1511

Mag.ca ac Generosa Domina et Mater honor. [1] El presente messo si è un homo de M. Matheo da la Brancha nostro, el quale va a Bressa per condure certe arme per el ditto M. Matheo. El Maestro le condurà lì a Mantua, e le consegnarà a l'homo de M. Matheo, el quale serà lì; e quando el non ce fosse, a chi vorà la M.V.
[2] El bisogno de M. Matheo si è, che la M.V. faccia promettere a questo maestro, da uno merchadante, qual si voglia, suficiente, lì in Mantua, cento e vinti duccati d'oro de camera, consegnando quelle arme che è restato de acordo, de fargeli dare lì in Mantua, e subito. La M.V. me avisi, che li denari sono qui, et io li remetterò a Mantua. Desidero assai che M. Matheo sia satisfatto, perché lo merita.
A quella mi raco.do sempre.
Nel Finale, a dì XXIIJ de Marzo MDXJ.
De V. M.
Ob. Fi.
B. C. ||

‹Mag.cae› ac Generosae Dominae Aluisiae de Castiliono, Matri suae honor.


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 211.