212. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Finale Emilia (MO), 21 marzo 1511

Mag.ca ac Generosa Domina et Mater honor. [1] Qui è gionto Zo. Maria, dal quale ho hauto le lettere, li fazoletti, li denari, secondo che mi scrive la M.V., e del tutto la ringratio assai. Creddo che la harà hauta un'altra mia per un servitore de M. Cesare.
[2] De quello errore che è in quella polliza de la casa del fitto de Casatico, non importa: anci io lo havevo notato. Quando mi parerà el tempo, io provarò ciò che posso fare.
[3] Qui non havemo cosa che se possa scrivere, però io non la scrivo. Noi siamo sani, et io me rimetto a quell'altra mia lettera che ho scritta alla M.V., alla quale continue mi raco.do.
Nel Finale, a dì XXJ de Marzo MDXJ.
De V. M.
Ob. Fi.
B. C. ||

‹Mag.›cae ac Generosae dominae Aluisiae de Castiliono, Matri suae honor.


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 209.