210. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Finale Emilia (MO), 15 marzo 1511

Mag.ca ac Generosa Domina et Mater honor. [1] Avegna ch'io habia scritto dui dì sono alla M.V., per un prete che fu figliolo de Maestro Zo. Francescho da Bressa, voglio replichare venendo Zo. Maria nostro, el quale ho pregato che venga ad alogiar lì in casa. Lui referirà alla M.V. come nui siamo per Dio gratia tutti sani; del resto, non ci è che dire.
[2] Io mandai li cento duccati per reschotere la cathena mia, e perché noi stiamo adesso in grand.ma spesa, che qui hormai non ci è più che mangiare, et anchor alcuni de questi mei che hanno sallario mi sollicitano de denari, la M.V. mi faria piacere grand.mo mandarme per Zo. Maria, o per chi venisse prima, pur che fosse fidato, diece duccati d'oro, che crederia che bastassino, a farli star quieti, con intertenermi per qualche dì.
Di q.to prego la M.V., alla quale continue mi raco.do.
Nel Finale, a dì XV de Marzo MDXJ.
De V. M.
Ob. Fi.
B. C. ||

‹Mag.cae› ac Generosae Dominae Aluisiae de Castiliono, Matri suae honor. etc.


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 207.