208. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Finale Emilia (MO), 9 marzo 1511

Mag.ca ac Generosa Domina et Mater honor. [1] Perch'el messo se parte a l'improviso scriverò breve, né responderò a tutte le parti de la lettera de V. M. perché non ho qui la lettera: solo dico che ho hauti li denari, e mandati a la via sua, e le camise, che mi sono piaciute. [2] De quella cosa de M.a Alda non mi piace troppo: me piaceria assai più quell'altra del Gatino. Per el p.o messo che venga, scriverò più al longo a V. M. Scriverò anchor a M.a Polisenna in resposta d'una sua, e responderò a quello consigliero del D.ca de Milano; ma vorei sapere se questo titulo ho da mettere nel soprascritto.
Non serò più longo; solo a V. M. sempre mi racomando.
Nel Finale, a dì 9 de Martio MDXJ.
De V. M.
Ob. Fi.
B. Cast. ||

‹Mag.ce› ac generosae Domine matri obser.mae, ‹D.› Aluisiae de Castiliono


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 206.