197. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Modena (MO), 11 dicembre 1510

Mag.ca ac Generosa Domina et Mater honor. [1] A questi dì ho pur scritto a V. M. spesso; hor anchor di novo scrivo e mando Cristoforo col Papagallo, el quale starà lì qualche dì, per tener quel cavallo in mano de Sebastiano. Prego la M.V. non li lassi manchar niente: io manderò poi per esso quando serà il tempo.
[2] A questi io scrissi a V. M. per certo panno biancho, e denari: quando più presto V. M. potrà mandarmeli, io lo harò carissimo e l'uno e l'altro, perché de tutti dui ne ho grand.mo bisogno.
[3] El S.r D.ca nostro è stato amalato quatro dì sono di febre e scesa, di modo che è sforzato ad andare a Bologna, e noi altri, ciò è 8 o X, con Sua Ex.tia. El resto del campo se ne va verso la Mirandola. E questo dico, aciò che, havendo la M.V. a mandarmi le sopradette cose, guardi a mandarle securmente.
Altro non dirò, se non che a quella sempre mi raco.do.
In Modena, a dì XJ de X.bre MDX.
Di V. M.
Ob. Fi.
B. C. ||

‹Mag.›ce ac Generose domine, Domine Alui‹sie› de Castiliono Matri sue honor.


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 197.