196. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Modena (MO), 7 dicembre 1510

Mag.ca ac Generosa Domina et Mater honor. [1] Pochi dì sono ch'io scrissi a V. M. per ser Zo. Maria nostro cancelliero; pur non voglio lassar venire questo cavallaro senza mie lettere, avegna che niun'altra cosa mi occorre nova da scrivere. Nui siamo tutti Dio gratia sani: stiamo d'hora in hora per cavalchare, avegna ch'el tempo mal ce lo comporti. [2] L'arcivesschovo di Barri mi ha pregato con molta instantia ch'io tenga qualche via de far intendere allo Ill.mo S.r Marchese, che havendo Sua Ex.tia una casa in Milano, de la quale pocho se ne vale, per non li habitare, né esso, né altrui suo servitore, quando el prefato Ill.mo S.r Marchese se contentasse de alienarla, el ditto arcivescovo molto voluntieri la pigliaria, e pagaria a iusto pretio. [3] E perché intende li Vismari haver dato certi denari sopra questa casa allo Ill.mo S.r Mar., questi danari se renderiano a li Vismari, tanto che restariano contenti. [4] Questo io non conoscho con che modo farlo intendere a Sua Ex.tia se non per la via del Mag.co M. Zo. Petro; sì che la M.V. potrà fargene intendere qualche cosa, e procurare ch'io ne habbia la resposta, perché ne sono assai sollicitato.
[5] Appresso qui si è levato una fama che pare che sia concluso un parentato a Mantua, et a me è stato ditto per certo, che M.a Polisenna mia sorella se mariti con M. Ludovico da Fermo. [6] Io fin qui non l'ho creduto, parendomi che anchor a me tochasse saperne qualche cosa; pur essendomi così replichato ne sono stato con qualche opinione. Harei caro esserne avisato.A V. M. sempre mi raco.do.
In Modena, a dì 7 de X.bre MDX.
Di V. M.
Ob. Fi.
B. Casti. ||

‹Mag.›ce ac Generose domine, domine Aluisiae de Castiliono matri sue honor.


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 196.