191. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Modena (MO), 28 ottobre 1510

Mag.ca ac Generosa Domina et Mater honor. [1] Abenché Fabritio presente latore sappia come tutti nui siamo Dio gratia sani, desidero sapere el simile de la M.V. e tutti li altri.
[2] A questi dì hebbi una de V. M., ne la quale la mi avisava haver noticia come quelli a‹mi›ci nostri sono in bona dispositione circa le cose del parentato. Io sono pur il medemo; parmi bene che dovemo lassar assettare questi travagli, che forza è che presto terminano a qualche modo. Subito poi serà bono stringere la praticha.
[3] Fabritio seria bono, se la M.V. volesse mandarmi qualche denari, per portarli, ch'io ne ho bisogno, max.e per pagar qualche uno de li mei debiti.
A V. M. sempre mi ra‹c.›do.
In Modena, a dì XXVIIJ Octobris MDX.
De V. M.
Ob. Fi.
B. Casti. ||

Mag.cae ac generosae Dominae Matri obser.me, Dominae ‹Alovisiae› de Castiliono


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 191.