166. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Urbino (PU), 11 settembre 1509

Mag.ca ac Generosa Domina et Mater hon.da. [1] Per la lettera portata da m. Cesare vedo, anchor per le parole di esso ho inteso quanto è di mente de la M.V. di quella cosa mossa per el S. Ludovico da Carpi; presto ne scriverò resolutam.te, perché el S. Lud.co è stato qui per transito, et havendone parlato insieme qualche poco, la ritornata sua qui, che sarà fra quatro dì credo, ne parleremo più a lungho. Et la M.V. del tutto sarà advisata.
[2] Piacemi summam.te che le cose di Milano habian preso quello assetto che mi scrive la M.V., et làudolo assai che Carlo vadia a fare questo effetto: et molto più mi confido de la sufficientia sua, che non de la bontà de quella loro bono pastore. [3] I' non scrivo hora a Carlo, credendomi ch'el sia troppo presto: quando se haverà hauto adviso da Milano ch'el vadia, et che V. M. me lo faccia inten.re, alhora scriverò. Fra tanto la può intratenerlo con buon modo, et farli sapere come io ho molto a.ccaro questa andata sua, et son certo che ne caverà presto li piedi.
[4] Vorrei che la M.V. mi mandasse in qua il Frisone, et quando quel Balzanello fusse in termine anchor lui di venir, et ch'el viaggio non li fusse per nocere, l'harei voluntieri qui, con animo di darlo via a la fiera di Ricanati. [5] Pur de questo la M.V. si governi in quel modo li par meglio, perch'io temo assai che non se induri a caminare, et haven.o quel mal a' piedi, el camin lo scorticaria. El Frisone vorrei ad ogni modo; chi l'habia da condurre in qua, non so: ma se si abbatesse ad venire qualche persona discreta, sarebe buono mandarlo con quel Zorzo; el quale, venen.o solo, per essere matto, come è, forse lo governeria male.
[6] Christophoro non vorrei che si partissi di là, perché accadendo dare via el Baio, bisogneria che lui se li ritrovassi. S'el paresse anchora che questo Zorzo dovesse venire con discretione, la M.V. lo poteria mettere a la ventura: dil tutto a lei me rimetto. Quando la non mi mandi il Balzanello, la prego che facci ogni cosa per darlo via. [7] Non scriverò più a la M.V. Io pure vo così a poco a poco recuperando le forze, ma la sanità non viene così presto, come ha fatto il mal.
A quella sempre mi rac.do, et a tutti li altri nostri.
Urbini, XJ Sept. MDVIIIJº.
De V. M.
Obediente Figl.
B. Castilione

‹Mag.cae› ac Generosae Dominae matri hon. ‹Domi›nae Aluisiae de Castiliono


Missiva non autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 160.