14. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Roma (RM), 16 marzo 1503

Mag.ca ac generosa domina et Mater honor. [1] Per haver io poco fa scritto a la M.V. non mi extenderò molto in questa, per non haver cosa alcuna nova. Nui stiamo bene TUTTI, per la Dio gratia. Prego la M.V. che dia bon recapito a le alligate, e me scriva de le cose di là: e come si sta, ‹e› che si fa da le bande di là, e come stanno gli amici nostri.
[2] Nove qua sonno impertinente a nui. Gran cosa è Roma! Prego la M.V. che stia sana e di bona voglia, e me racomandi a TUTTI, a TUTTI li nostri.
A quella continue mi racomando. Da Antonius havereti per otto da ascoltare. Romae, 16 Martij 1503.
Obediens Filius
Baldesar ||

Mag.ce ac generose domine Aluisie de Castigliono, Matri hon. Mantue


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 7.