13. Castiglione, Baldassarre a D'Este, Ippolito

Mantova (MN), 16 maggio 1502

R.mo et Ill.mo Sig.r mio. [1] Accadendomi oportunità de messo, me pareria far sacr‹ilegio non› scrivergli queste poche parole, benché el tempo non mi comporta dir molte cose: […] ho de saper de la S.V. mi sforza, e anchor el dubio ch'io ho che quella non m[…] fede, per non haver io atesa la promessa del venir a Roma. [2] Ma quanto p[…] me ne acresce el desiderio: sì ch'el tempo non mi mancharà spero de exe[…] . Non dirò altro per hora per non mi bastar el tempo.
Rimettendomi ad […] a bocha a la S.ria Vostra in nome mio de molte cose, a quella humilmente sempre e ‹di core mi› racomando.
Mantue, 16 Maij MDIJ.
El fidel Servo
de la S. V.
Baldesar da Castiglione ||

A lo Ill.mo e R.mo Monsig.r Cardinale da Est, Sig.r mio honor. In Roma


Missiva autografa. Modena (MO), Archivio di Stato, Fondo Negri, ms. J III. I/1, c. 8.