114. Castiglione, Baldassarre a Gonzaga Castiglione, Aloisia

Urbino (PU), 15 gennaio 1508

Mag.ca ac generosa Domina et Mater honor. [1] Molti dì sono ch'io non ho scritto a la M.V., e questo è stato per la carestia de messi, che fin qui non ho potuto respondere a le lettere portate, né per Alexandro, né per Giohan Martino: abenché lui non sia anchor gionto qui, pur l'aspetto dimane.
[2] Questa nostra nave è stata molto disgratiata: p.a a star tanto a partirse, poi a star tanto per camino, e per questi mali tempi non ha potuto venir più inanti che Rimino. Pur Dio ne sia laudato: farimo condure quelle robe da Rimino qui, al meglio che si potrà. [3] De quello mio Turchetto e quell'altro cavallino, se la Mag.cia Vostra trovasse de venderli, non me dispiaceria, perché li cavalli vechi stanno sempre in peggiorare. Li racomando ben quelli poletri quanto più posso.
[4] L'altro dì, essendosi fatto maschera, el S.r prefetto e M. Cesari et io cum Sua S., per queste neve andando a spasso a cavallo, scherzando, la disgratia volse ch'el cavallo de M. Cesari caschò: in fine li ruppe un poco una gamba, la quale gli è stata benissimo aconcia, di modo che senza un dubbio al mondo ne resterà liberissimo. [5] Non se li è manchato de cosa alcuna: hora è passato el dolore, e quasi tutto il male, excetto che del fastidio de stare in letto. Questo ho vogliuto scrivere, aciò ch'el Mag.co M. Zo. Pedro e la M.V. non pensassino peggio.
[6] A questi dì mi fu parlato de una moglie, e breviter de una figliola de M. Iulio da Martinengho. E chi me ne parlò fu per parte de mad. Alda Boiarda, avegna che quella persona me dicesse M.a Alda non volere esser nominata. Io li diedi qualche intentione, parendomi che le qualità fossero bone, et anchor la dote, che dicea de 14 milia duccati. [7] Ma sonomi maravigliato come M.a Alda habbia usato altro meggio che essa stessa cum la M.V. Io non so che cosa se sia: la informatione chiara se potria forsi haver là più che qui. Altro non mi occorre da scrivere, se non sempre racomandarmi a la M.V. et a tutti li nostri.
Urbini, XV Ianuarij MDIIJ.
De V. M.
Obed. Fig.
B. Castilione ||

Mag.ce ac generose Domine Aluisie de Castiliono, Matri sue honor.


Missiva autografa. Città del Vaticano (Stato della Città del Vaticano), Biblioteca Apostolica Vaticana, Vat. Lat. 8210, c. 106.